Le cambiali possono essere anche incassate dai privati.

Le cambiali possono essere anche incassate dai privati.

Ci scrive Franco dalla provincia di Lucca che ci pone questa domanda, a cui facciamo prontamente risposta, dedicando un articolo specifico che speriamo possa essere di aiuto anche per i nostri amici visitatori che ci seguono sempre più numerosi.

“Salve, non so se potete aiutarmi, ma mi serve sapere se la cambiale deve essere obbligatoriamente versata in banca o può essere incassata direttamente dal creditore, fatemi sapere perchè ho una situazione urgente”.

Ciao Franco, è con piacere che ti rispondiamo, con l’ intento di toglierti ogni dubbio. Innanzitutto ti diciamo che non sei obbligato a presentare la cambiale in banca, ma puoi pretendere il pagamento dal debitore anche non versandola sul tuo conto corrente. Ti consigliamo, una volta che hai la cambiale in mano, di inviare, un mese prima della scadenza, una lettera raccomandata a/r al debitore ricordando di pagare l’effetto, inserendo le forme di pagamento accettate (escludendo altre cambiali o assegni postdatati). Se il debitore paga gli riconsegni la cambiale e tu ti fai dare i soldi. Qualora il debitore non proceda con il pagamento, il creditore può presentarsi da un notaio o da un ufficiale giudiziario che ha il compito di accertare il rifiuto al pagamento della cambiale e dunque a protestare l’effetto. Dopo il protesto, effettuando un atto di precetto si può procedere con la richiesta coercitiva del credito, tramite pignoramento e/o iscrizione di ipoteca giudiziale.

admin