Rischi per il mancato pagamento di una cambiale.

Rischi per il mancato pagamento di una cambiale.

Apriamo la nostra sezione “Domande sui Debiti”, rispondendo ad una domanda di una nostra amica, Angelica da Firenze che ci chiede quali sono i rischi patrimoniali per il non avvenuto pagamento di un effetto cambiario.

Alla nostra lettrice rammentiamo che gli effetti cambiari scaduti sono a a norma di leggeun titolo esecutivo, ovvero una possibilità di riscossione coattiva da parte del beneficiario della cambiale.

Le cambiali scaduta indicano un potenziale rischio per il debitore in quanto il beneficiario ha la possibilità di eseguire nel breve termine un’ azione coercitiva di recupero del credito nei confronti del cittadino che ha firmato la cambiale, degli avallanti e dei giranti.

Qui di seguito vi elenchiamo tutti i principali rischi debitori e patrimoniali di un cittadino, nella situazione che la cambiale in scadenza non venga pagata.

– pignoramento immobiliare (con conseguente iscrizione di ipoteca giudiziaria sulle case e sui beni immobili intestati al debitore principale);

– pignoramento mobiliare (dei beni non immobili ovvero le cose intestate al debitore come quadri,preziosi, soldi contanti con l’ eccezione dei beni impignorabili e insequestrabili).

– pignoramento presso terzi (non solo lo stipendio, ma beni intestati al debitore che si trovano in luoghi differenti alla sua abitazione).

– pignoramento di un quinto dello stipendio o della pensione (per un massimo di un quinto e fino ad un terzo per eventuali disposizioni giudiziarie a norma di legge in casi estremamente particolari);

– pignoramento di titoli e quote e partecipazioni in società effetti cambiari, assegni, bot, investimenti nonchè del denaro contante sul conto corrente dopo decreto di pignoramento del giudice;

– pignoramento dell’ usufrutto oppure dei canoni di locazione se dichiarati e se sussiste un contratto d’affitto;

Per questo motivo se il cittadino ha beni immobili e mobili intestati il rischio di un pignoramento è molto alto, anzi tranne casi estremi la riscossione coatta del debito avverrà al 100%.

Quando il debitore è nullatenente non avviene il pignoramento dei beni e dunque il procedimento diventa non conveniente per il beneficiario dell’ effetto cambiario (creditore) che probabilmente non procederà alla riscossione coattiva del debito.

Attenzione però! Le cambiali possono essere oggetto di procedimento giudiziale e di pignoramento fino al termine della data di prescrizione che solitamente è di tre anni.

admin